RSPP Datori di Lavoro – Rischio Medio (32 Ore)

350,00 + IVA

NORME DI RIFERIMENTO
art.34 D.lgs 81/2008 – Accordo Stato-Regioni 21/12/2011 n. 223/e s.m.i.

CORSO FORMAZIONE BASE
50% ORE FAD – 50% AULA + ESAME

I CORSI SONO IN MODALITA FAD E FISICA CON ESAME IN AULA, CONTATTARE LO STUDIO CONSULTING PER LA PARTE IN AULA PRIMA DI PROCEDERE ALL’ACQUISTO.

commerciale@studioconsulting.info

091 321286

Categoria:

Il Corso RSPP per Datori di Lavoro a rischio medio assolve gli obblighi indicati nel D.lgs 81/2008 e D.lgs 106/09 e gli aggiornamenti dell’ultimo accordo stato-regioni in materia di prima formazione ed aggiornamento dei Titolari e Datori di lavoro che hanno assunto direttamente l’incarico di responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione della Salute sui luoghi di lavoro per le aziende a basso alto. L’esame finale si svolgerà alla presenza di un funzionario SPRESAL dell’ASP

MODALITÀ

Il Corso RSPP per Datori di Lavoro rischio Medio può essere svolto interamente in aula o in modalità Blended: sedici ore online (Moduli 1 e 2) e sedici ore in aula (Moduli 3 e 4). Il corso prevede il superamento di una prova finale composta da domande a risposta multipla, aperte o prova orale in presenza di un funzionario SPRESAL dell’ASP.

AGGIORNAMENTO

Aggiornamento quinquennale di dieci ore (fruibile completamente in modalità e-learning)

DESTINATARI

Datori di lavoro e titolari delle imprese a rischio Medio che si designano quali responsabili del servizio di prevenzione e protezione.

OBIETTIVO

Il corso ha l’obiettivo di formare i Datori di lavoro e fornire loro le principali competenze in materia di sicurezza e salute sul lavoro, per permettere lo svolgimento diretto dei compiti di prevenzione e protezione in azienda. Al termine del corso e dopo il superamento dell’esame, sarà rilasciato l’attestato di frequenza, necessario per poter assumere il ruolo di responsabile del servizio di prevenzione e protezione in azienda.

NORMATIVA E SANZIONI

Art. 34 e 55 del D.Lgs 81/08
Ai sensi dell’art. art. 34 c.2 d.lgs. 81/2008, il datore di lavoro, che non provvede alla nomina del responsabile del servizio di prevenzione e protezione ai sensi dell’articolo 17, comma 1, lettera b), salvo il caso previsto dall’articolo 34, è punito ai sensi dell’art.55 del suddetto Decreto con l’arresto da tre a sei mesi o con l’ammenda da 3.071.27 a 7.862,44 euro.

PROGRAMMA CORSO:

MODULO 1. GIURIDICO – NORMATIVO (possibilità di svolgimento e-learning)

  • sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori;
  • gli organi di vigilanza e le procedure ispettive;
  • soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D.Lgs. n. 81/08: compiti, obblighi, responsabilità e tutela assicurativa;
  • delega di funzioni;
  • la responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa;
  • la “responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni, anche prive di responsabilità giuridica” ex D.Lgs. n. 231/2001, e s.m.i.;
  • i sistemi di qualificazione delle imprese e la patente a punti in edilizia;

MODULO 2. GESTIONE ED ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA (possibilità di svolgimento e-learning)

  • modelli di organizzazione e di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (articolo 30, D.Lgs. n. 81/08);
  • gestione della documentazione tecnico amministrativa;
  • obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera o di somministrazione;
  • organizzazione della prevenzione incendi, primo soccorso e gestione delle emergenze;
  • modalità di organizzazione e di esercizio della funzione di vigilanza delle attività lavorative e in ordine all’adempimento degli obblighi previsti al comma 3 bis dell’art. 18 del D. Lgs. n. 81/08;
  • il ruolo del responsabile e degli addetti al servizio di prevenzione e protezione;

MODULO 3. INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEI RISCHI (obbligatoriamente in aula)

  • criteri e strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi;
  • il rischio da stress lavoro-correlato;
  • il rischio ricollegabile alle differenze di genere, età, alla provenienza da altri paesi e alla tipologia contrattuale;
  • il rischio interferenziale e la gestione del rischio nello svolgimento di lavori in appalto;
  • le misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione in base ai fattori di rischio;
  • la considerazione degli infortuni mancati e delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori e dei preposti;
  • i dispositivi di protezione individuale;
  • la sorveglianza sanitaria;

MODULO 4. COMUNICAZIONE, FORMAZIONE E CONSULTAZIONE DEI LAVORATORI (obbligatoriamente in aula)

  • competenze relazionali e consapevolezza del ruolo;
  • importanza strategica dell’informazione, della formazione e dell’addestramento quali strumenti di conoscenza della realtà aziendale;
  • tecniche di comunicazione;
  • lavoro di gruppo e gestione dei conflitti;
  • consultazione e partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza;
  • natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.